domenica 19 maggio 2013

Sorry, I'm an alien!!

Domenica scorsa arriviamo nella nostra casetta in montagna per trascorrere una giornata tranquilla lontano da tutto e da tutti.
Appena appoggiamo il piede fuori dalla macchina si ferma un tipo in bici che chiama a squarciagola un bimbo, anche lui in bici
"Vieni!!!! Non ti vergognare!!! Guarda hai un amichetto con cui giocare....".
La mia faccia ve la lascio immaginare.
Per un attimo mi sono guardata attorno pensando che non si riferisse a noi ma quando mi si è parato davanti con la bici ho iniziato a sospettare che ce l'avesse con noi.
E' seguito un mini interrogatorio con domande di semplice conoscenza.........
"Chi siete? Cosa portate? Sì ma quanti siete??" (cit.)
Ho scoperto che abita in una città vicino la nostra, suo figlio ha un anno meno di Diego, lui si è innamorato del luogo e così hanno affittato una casa in paese fino......a data da destinarsi.
Fin qui tutto bene, ho pensato, almeno Diego ha qualcuno con cui giocare. E così è stato. Quel bambino è tanto carino ed educato e ha fatto subito amicizia con Diego.
Il padre invece ho scoperto che è logorroico, praticamente conosco tutti i cazzi suoi da quando è nato fino ad adesso.
Ma la settimana scorsa la moglie non era potuta venire.......oggi invece c'era.
Appena siamo arrivati si sono fiondati verso di noi come se stessero aspettando la regina Elisabetta e lui ci ha presentato sua moglie.
Una coppia molto simpatica, molto socievole.
Troppo.
Dopo un quarto d'ora erano già seduti sul mio divano a chiacchierare e programmare grigliate e cene sotto il loro gazebo.
Non ce l'ho fatta. Non potevo farcela.
Con il mio miglior sorriso ho detto: "Senti, per carità avrai pure ragione tu ma noi siamo molto rustici. Ok due chiacchere e un caffè ogni tanto ma no, ti prego, niente cenoni! Noi veniamo qui per stare in pace!".
Mi hanno guardato come fossi un alieno.
Anzi mi sono veramente sentita un alieno.
Ma è così tanto strano che non voglio dare tanta confidenza a qualcuno che fino a 15 minuti fa era un perfetto sconosciuto?
Non è più strano invitarmi a cena anche se non mi conosci?
E se fossi un serial killer?
O una squilibrata?
O tutte e due?
Quello che mi fa imbestialire è che nella conversazione sono sembrata io quella strana.
Capisco il bisogno umano di aggregazione, il fatto che non siamo animali solitari e che una risata in compagnia fa sempre bene.
Ma mi chiedo....
Perché se hai bisogno di stare in mezzo alla gente e fare amicizia con chiunque ti vai ad affittare una fottuta casa in culo al mondo dove a parte pecore e gatti abitano a malapena 10 persone?
Ti è mai passato per l'anticamera del cervello che se ho scelto di prendermi una casa lì è perché non voglio rotture e da sola con la mia famiglia sto parecchio bene?
No....sono io che sono un alieno.

7 commenti:

  1. La gente non stupirà mai di sbalordirmi....
    Raffaella

    RispondiElimina
  2. Allora sei in buona compagnia di un'altra aliena. Io e mio marito non siamo molto socievoli. Odiavo questo tipo di persona invadente già quando ero bambina e volevo starmene per gli affari miei. OK due chiacchiere, ma quando lo decido io. OK un caffé a casa, ma se ti invito, non che entri e ti infili.
    I miei vicini sono così e in effetti alla fine siamo arrivati ai ferri corti e ognuno si fa la sua vita.
    Ah, ovvio, gli alieni siamo noi, non loro che ti entrano in casa senza bussare, vengono sotto la tua scala a fare il barbecue, mettono le loro cose nel tuo posto auto e ancora si scocciano se dici qualcosa.
    Evviva gli alieni!
    Silvia

    RispondiElimina
  3. Io sono una persona diffidente e parecchio solitaria. Mio marito è peggio di me. Condivido ciò che dici, o mia aliena. Alcuni sono proprio invadenti e inopportuni. Io detesto le visite senza preavviso, le persone che si impicciano e che non rispettano la privacy altrui. Poi un'amicizia deve sbocciare con il tempo... Fregatene, sono loro quelli strani!! Baci

    RispondiElimina
  4. Grazie ragazze!! Mi sento meno sola in un questo "strano" mondo.... ;-)

    RispondiElimina
  5. Potevi anche semplicemente dire "SI, senz'altro" nel modo più vago possibile e poi lasciar cadere ogni invito nel nulla! Io in genere faccio così... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi piace creare false illusioni......;-)

      Elimina
  6. Che idola la Pat, sei stata anche troppo educata!
    Giusto domenica ho avuto a pranzo un'amica del mio compagno...che oltre ad essersi auto invitata, ha confermato un ora prima di schierarsi davanti alla mia porta.
    Ti assicuro che sono stata molto meno diplomatica di te!!!!!!

    RispondiElimina