lunedì 17 dicembre 2012

Silenzio stampa.

Stop!
Da oggi silenzio stampa.
Non solo per il blog, che poi se mi devo sfogare comunque qualcosa ci devo scrivere.
Silenzio stampa in generale.
E' un periodo un po' tormentato. Anzi no il periodo va bene. Sono io che sono tormentata.
Anche in mezzo al caos cerco di essere lucida e di riflettere con la parte del mio cervello scientifica-razionale.
Dopo lunghi, lunghissimi studi sono arrivata a questo verdetto.
I casini della mia testa me li creo io e basta.
E gli altri non sono brutti, sporchi, cattivi, stronzi e insensibili.
Gli altri sono sempre uguali. Cambia solo il mio modo di vederli.
E poi parlo troppo. Dico troppo quello che penso. Dico troppo quanto voglio bene a qualcuno. Dico troppo a tutti cosa dovrebbero fare (anche se mi chiedono loro i consigli!).
Fermi tutti! Ma chi cazzo mi credo di essere???
Ho deciso. Devo ripartire. Non voglio stare male.
Così da oggi si ricomincia.
O almeno ci provo.
Perchè non è facile per me stare tanto in silenzio.
E non sarà facile nemmeno per chi mi è vicino perchè, anche se credono che senza le mie parole potranno sopravvivere alla grande, forse dopo un po' gli mancheranno.
Vediamo un po'......
Passo e chiudo.

mercoledì 12 dicembre 2012

Le cronache di Narnia

Domani mi aspetta il giorno più lungo dell'anno.....
no non mi sbaglio.........
anche se è il giorno di Santa Lucia e un famoso detto recita come il più corto che ci sia....in realtà per me sarà infinito.
Domani......
domani.....
ho paura solo a pronunciarla questa parola........

domani è il giorno della recita!!

Mi/ci aspetta (nel'ordine):
- mattinata di prove generali a teatro, quindi non si sa dove lasciare e riprendere i bambini ma......ci faranno sapere.....
- pomeriggio scazzato con Diego che dopo 5 ore in un teatro per fare 3 minuti di prove vorrà boicottare tutto lo spettacolo;
- inutili tentativi di farlo riposare così forse non si addormenta sul palco alle 11 di sera rischiando di cadere rovinosamente sopra le Autorità sedute in prima fila (Preside e Sindaco e Sticazzi!!!);
- trasformazione da bambino-etero-intelligente a fiore-similgay-ebete; capricci da sedare immediatamente aventi per oggetto "Io vestito così ridicolo non vado da nessuna parte!!" (e cercare di essere abbastanza credibile quando dovrò dire: "Ma no, amore, sei bellissimo! Le calzamaglia verde prato, la corolla di petali giganti azzurra e la cuffia da piscina giallo limone ti donano parecchio!").
- insultare e zittire con minacce neanche troppo velate mio marito che borbotterà tutta la sera con le solite storie "Ma dobbiamo proprio andare, ma chi si accorge se manchiamo solo noi, ma che cosa ridicola,  il prossimo anno saltiamo tutto, guarda quanti soldi sprecati, ma quanto cazzo dura, ma quando finisce ecc. ecc...";
- trovare posto a sedere  (ma se arriviamo 2 ore prima dell'inizio come mai le prime 15 file sono tutte già occupate? Mistero....)
- seguire tutto lo spettacolo ad occhi aperti e in modo attento perchè sicuramente a casa Diego mi farà l'interrogazione e io devo saper rispondere, pena un 4 nella mammapagella;
- portare a casa Diego supercarico, che ha ancora l'adrenalina a palla, con carogne mastodontiche che passeggiano per la camera in attesa che si tranquillizzi e addormenti.

Posso, sopravvivere, DEVO sopravvivere.
Venerdì. Il mio obiettivo è arrivare a venerdì.....

lunedì 10 dicembre 2012

Il mio cervello piantato....

Sono diversi giorni che li cerco.
Ci devono essere.
Magari nascosti in qualche parte semibuia, ma ci DEVONO essere.
Ho bisogno che ci siano.
E poi, una macchina così perfetta non può non averli.
Sarebbe una grave mancanza non averli messi.
Li cerco e li ricerco ma proprio non c'è verso.
Di questo passo impazzisco.
Ma è possibile che il mio cervello non abbia quei magnifici 3 tasti????


mercoledì 5 dicembre 2012

Come la frolla....

Oggi mi sento così.....come la frolla.......

sono buona,

sono burrosa

ma

devo riposare almeno per un'ora!




giovedì 29 novembre 2012

Autoipnosi

Fissa l'immagine........

Tu sei calma, Pat.

Tu sei tanto calma, Pat.

La tua ansia non esiste, Pat.

Tutto ti scivola addosso, Pat.

Gli altri non sono così stronzi come credi, Pat.

Tu non sei sbagliata, Pat.

Cancella ogni pensiero negativo dalla tua testa, Pat.

Forse è ora che mi faccia vedere da qualcuno veramente bravo......





martedì 27 novembre 2012

Malarazza

Premessa.
Non è un post divertente.
Nè simpatico o semplicemente descrittivo.
Niente cazzeggio e voglia di ridere.
Vi ho avvertito......se volete potete anche smettere di leggere. Non ve ne faccio una colpa.
Io per prima leggo i blog per svagarmi un po' e quelli sempre pesanti non li reggo proprio!
.....comincio.....
Sono oppressa dall'ansia.
Per cosa?
Non lo so.
O semplicemente...per niente!
Nell'ultimo mese ho voluto pensare un po' a me stessa. Avevo voglia di stare da sola. Naturalmente non ci sono mai riuscita completamente, ma mi sono presa del tempo che prima dedicavo a qualcuno della mia famiglia.
Per farlo giocare, per farle fare una passeggiata, per farlo sfogare, per fare compagnia.
Avevo voglia di stendermi ed ascoltare un po' di musica......no, dai Pat, è tempo sprecato pensa a cosa puoi fare per gli altri.
Poi mi è venuto il rifiuto per tutto.
Se volevo ascoltare un po' di musica l'ascoltavo e basta. Ecchisenefrega se avrei potuto portare mia madre a fare una passeggiata, o giocare per la milionesima volta con mio figlio o ascoltare le lamentele sul lavoro di mio marito.
Mi ero stancata che nessuno mi chiedesse:"Ma tu come stai? Come è andata la tua giornata?".
Niente.
Mai.
Sembrava (?) che a nessuno importasse di me.
E allora, dopo aver inutilmente provato a lamentarmi l'ho fatto.
Mi sono un po' "distaccata".
Risultato:
mio figlio è più capriccioso che mai e insiste sul fatto che sia una madre "cattiva",
mia madre è mezza depressa e riesce a stare in piedi a malapena,
alla sera divido l'apparato uditivo di mio marito con Sky Sport (e secondo me Sky possiede il 90% della sua attenzione).
Cosa devo fare????
E' possibile che non c'è soluzione?
Adesso sono divisa.
Una parte di me vorrebbe fare come facevo un mese fa: mi occupo degli altri almeno loro stanno bene. Un'altra parte di me vorrebbe mandare a fanculo tutto e tutti.

Fatto sta che da stamattina mi gira in testa questa canzone di Modugno (dovrebbe essere siciliana) che si intitola Malarazza e il cui ritornello fa più o meno così:

"Ti lamenti, ma che ti lamenti...
Piglia nu bastone e tira fora li denti!"


mercoledì 21 novembre 2012

Scopri le differenze.....

COSE CHE FANNO INGRASSARE             COSE CHE ADORO MANGIARE
- dolci                                                              - dolci
- formaggi                                                        - formaggi
- pizza                                                              - pizza
- pasta                                                             - pasta
- qualsiasi cosa fritta                                       - qualsiasi cosa fritta

Trovate le differenze?
Nooooo???
Ma come è possibile.....

Sto cercando di rimanere lucida e di affrontare la cosa razionalmente.

Pat e la vita salutare (dieta+ginnastica).

No.....non può proprio funzionare.....

E' una coppia destinata a lasciarsi presto.
Troppo presto.

Ma è giusto convincersi che potrà funzionare?
Che con l'impegno e la volontà anche le coppie più improbabili possano stare bene  insieme?
E soprattutto....... perchè devo essere solo io quella della coppia che fa i sacrifici??
Perchè la vita salutare non mi viene incontro in qualcosa, che sò....considerando verdura anche l'insalata russa?
O sdoganando tra la frutta anche noci, banane e cocco?
O considerando la zuppa inglese come un ampliamento culturale? 
Ah...no??
Devo essere sempre io a rinunciare a qualcosa??
No bella mia vita salutare, mi dispiace ma io così non mi faccio trattare da nessuno!!!
Tanto meno da te che, fatemi sfogare, sei veramente triste, piatta e noiosa!!
Fattene una ragione.....tra noi è FINITA!!!!


...

Sarà pure tanto strano,
tanto barbaro,
tanto insensibile,
tanto anarchico,
tanto politicamente scorretto,
tanto egoista.......
ma ho solo una voglia fottuta, insana, immotivata
di stare da sola a 4 di spade!!!


venerdì 16 novembre 2012

E' dura....

NON è dura alzarsi la notte per vedere se è coperto,
non è dura passare la notte in bianco perchè non sta bene,
non è dura giocare per l'ennesima volta allo stesso gioco anche quando sei stanca morta,
non è dura correre tutto il giorno con il solo scopo di non fargli mancare niente.....

E' dura spiegargli i valori veri della vita,
l'indispensabilità degli affetti familiari,
l'importanza degli amici,
la differenza tra chi ti vuole bene e chi ha degli interessi a volerti bene,
cosa è giusto e cosa è sbagliato,
il rispetto per tutte le persone e per tutte le idee,
la stima solo per chi la merita,
nessuno che ha il diritto di metterti i piedi in testa,
che non sempre essere diversi è qualcosa di negativo.

E' DURA vederlo sbagliare.
E' dura aver passato ore ed ore a dare consigli e spiegazioni e vederlo sbagliare comunque.
Senza fermarlo. Perchè è giusto così.
Perchè i consigli e le spiegazioni sono solo parole, e appartengono all'aria e con l'aria se ne vanno.
A volte entrano in un orecchio.
La maggior parte delle volte escono dall'altro.
Gli insegnamenti orali rimangono comunque impressi in qualche angolino della mente.
Ma la sensazione di aver capito che hai sbagliato e la delusione per non aver seguito un consiglio,
quelle le ricorderà tutta la vita.
E serviranno per farlo riflettere la prossima volta che è davanti ad una scelta.
E per non farlo più sbagliare.

E' DURA vederlo sbagliare.
Ma anche così si CRESCE.

martedì 13 novembre 2012

Comodità....

'Che lavoro fai?'
'Ehm....veramente....sono casalinga e faccio qualche piccolo lavoretto per mio fratello....'
'Ah....dove hai l'ufficio?'
'Ufficio???? .....no....lavoro da casa con il pc.....'
'Ma che fortuna poter lavorare da casa!!'

"Oh come ti sei dimagrita, che dieta segui?"
".....grazie.....no nessuna dieta...è che ho cominciato a fare ginnastica...."
"In che palestra?"
"....la faccio a casa con la PS3....."
"Ma che fortuna non dover andare in palestra!!"

Ora.....spieghiamoci bene.
Potermi mettere a lavorare al pc, non dico in mutande, ma in tuta, con le infradito, senza essermi nemmeno pettinata (questo l'ho risolto.... mi sono rasata i capelli), senza dover uscire di casa con questo tempo di merda, con il ragù che cuoce a fuoco lento nella stanza accanto, senza telefoni che squillano impazziti, le sue porche comodità ce l'ha eccome.

Fare ginnastica con la PS3 è una figata. Ho a disposizione mille allenamenti diversi, dallo yoga al pilates, dal militare al soft, perfino i balli caraibici (ai quali mi tengo alla larga con rispetto e simpatia!). Decido il giorno,  l'orario, la quantità di sforzo che sono disposta a fare in quel momento. Non sono obbligata a mettermi l'ultimo completino sportivo della Nike/Adidas/Puma, che se indossi una banalissima tuta in palestra ti guardano come se fossi una stracciona. Anche questa è una bella comodità.

Il problema è che la mia "comitiva di amici" quotidiani, persone con le quali intrattengo fruttuose chiaccherate,  è formata da:
- il  vecchietto che aiuta i bambini ad attraversare la strada davanti la scuola;
- qualche mamma/babbo (con molta selezione) degli amici di Diego;
- le cassiere e il responsabile del reparto orto-frutta.
 A questi saltuariamente si aggiungono il barista, l'edicolante e il postino.
O_o

Per carità, se ripenso ad alcuni miei ex colleghi o alle fighette delle palestre......
Sì....è vero....sono proprio fortunata!

lunedì 12 novembre 2012

Ottovolante

Vi prego.......qualcuno fermi il mio cervello!!!!
Si deve essere rotto qualcosa.
Magari il limitatore di velocità, oppure si è semplicemnete incastrato l'acceleratore o forse ha deciso di salire su un ottovolante!
Comunque sia..........VOGLIO SCENDERE!!!
Ho la testa piena di pensieri, idee, progetti, esperimenti, cose da ricordare, cose da dimenticare, e chi più ne ha più ne metta!
Non riesco a mettere ordine.
Se provo a sbrogliare la matassa di neuroni, separando i pensieri, mi rendo conto che ogni filo porta ad un'emerita minchiata.
Le cose che mi frullano in testa sono veramente delle grandissime coglionate o sono solo il caos prima dell'invenzione del secolo??
Dubito tanto che sia la seconda ipotesi..... O_o
Intanto.....continuo a sperimentare con le gelatine*.....

* le gelatine sono solo uno degli incastri del mio povero cervello. Non credo che porteranno all'invenzione del secolo.....

giovedì 8 novembre 2012

Ho voglia di......

un abbraccio grande come il mondo
un barattolo di nutella senza fondo

dormire due giorni interi
stare senza pensieri

un bacio appassionato
una montagna di gelato

un massaggio rilassante
un profumo inebriante

stare un'ora in silenzio
.........
(non trovo una cazzo di parola che finisce in -enzio)

una nuotata in mare aperto......
andare ad un bel concerto.....

punch come se piovesse......
e che questa stupida poesia la smettesse....

mercoledì 7 novembre 2012

Memoria e perdono.

Non porto mai rancore.
Per carattere.
Sono fatta così.
Mi arrabbio, mi infurio, ci rimango male, sono delusa ma non riesco a portare rancore a chi voglio o ho voluto bene.
Se poi chi mi ha ferito era un due di coppe con briscola a bastoni, allora proprio non ci perdo nemmeno tempo! Entra immmediatamente di diritto nella classifica di "coloro da ignorare" ed escono tranquillamente dalla mia vita senza accorgermi della differenza tra prima e dopo.
Dicevo....non porto rancore, perdono, come si dice.
Ma non dimentico.
Mai.
Non dimentico mai un torto subito, una risposta pesante.
Non ne faccio un peso, ma non si cancella.
Potrei usare la mia memoria in modo migliore, lo so. Ma sono una persona seria (non triste, seria è un'altra cosa. Poi il fatto che mi piace sparare cazzate e ridere dalla mattina alla sera quello è un altro paio di maniche!)....
mi reputo una persona non superficiale.
Difficilmente offendo qualcuno senza volerlo (ma quando lo voglio so farlo in maniera sublime).
Penso a cosa dire e a come dirlo, perchè non voglio essere fraintesa nè ferire qualcuno.
E pretendo mi piacerebbe che gli altri facessero la stessa cosa con me, perchè dò sempre un peso alle parole che mi si dicono e ai gesti che mi si fanno.
Troppo facile chiedere scusa, dopo.
E purtroppo.....non dimentico.

mercoledì 31 ottobre 2012

6316

Oggi sono 10.
Anni di matrimonio.
Ma questa data non l'abbiamo quasi mai festeggiata. Sì d'accordo è il nostro anniversario ma.....
Questa data l'abbiamo scelta, ragionata e confermata. Non è casuale.
Noi festeggiamo ancora la data in cui "ci siamo messi insieme".
Quella non l'abbiamo scelta, è capitata a tutti e due quando proprio non ce l'aspettavamo e/o non volevamo. Era il 17 luglio di 17 anni fa.
Come dite? Troppi 17?
E' il nostro numero fortunato.
Ogni mese, il 17, ci facciamo gli auguri e un piccolo pensiero (un cioccolatino, un biglietto) come due quindicenni.
Molti pensano che siamo infantili, ma a noi non importa.
Ci piace ricordarci di quel giorno "magico" che ha unito due mezze mele (tanto per disturbare Platone).
E così oggi non sono solo 10 anni di matrimonio.
Sono 6316 giorni che ho incontrato l'altra mia metà.

lunedì 29 ottobre 2012

Destino?

Non credo al destino.
Da buona agnostica non credo a tutto ciò che non vedo e che non si può dimostrare ragionevolmente.
Ma ci sono delle situazioni che qualche dubbio me lo fanno venire.
Non sono ancora pronta per dire cosa e come ma......certe cose non sono scientificamente accettabili. Vanno oltre il puro caso, oltre (di parecchio) le normali probabilità.
O metto in discussione la matematica o ........

D E S T I N O

Non riesco a trovare altro termine.
Secondo voi esiste il destino??
Niente cazzate del tipo "Il nostro destino ce lo costruiamo noi con le nostre scelte..ecc...ecc..".
Questo lo so già.
Io parlo di destino tra due persone, che siano amici, amanti......
Non voglio continuare.

A voi la parola.

venerdì 26 ottobre 2012

Natale, stilisti e petali.

Ieri sera prima riunione di quest'anno scolastico.
Sono riuscita a scappare non prima di due ore dopo l'inizio.
L'unico mio pensiero in quel momento è stato:
"Voglio morire. Anzi no! Voglio uccidere qualcuno!!".

I primi dieci minuti si è parlato dell'andamento generale della classe e del programma di quest'anno, gli altri 110 minuti di polemiche varie sulla mancanza di fondi della scuola pubblica e ma soprattutto della....
RECITA DI NATALE!!

NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
E' UN INCUBOOOOOOOOOO

Ancora neanche la grande distribuzione si è permessa di esibire i panettoni sugli scaffali (e di solito lo fanno tanto tanto troppo tempo prima, che il giorno di Natale vomito al solo pensiero di una fetta di panettone).
Mancano due mesi.
D U E   M E S I .
S E S S A N T A  G I O R N I

L'anno scorso, che per me era il primo, non mi ero tanto resa conto a cosa andavo incontro e così il voltastomaco mi era venuto solamente 10 giorni prima del debutto.

Quest'anno purtroppo so contro cosa vado a sbattere e ..................BUAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH
Voglio solo piangere!!!!!
Per dovere di cronaca: quest'anno la recita sarà ispirata alle Cronache di Narnia (non posso commentare perchè non ho mai visto il film e quindi mi astengo da ogni pregiudizio).
I nostri piccolini saranno la primavera, quindi: vestiti di verde prato dalla testa ai piedi (no verde ramarro come l'anno scorso, altrimenti potevamo reciclare i costumi vecchi ma così era troppo semplice ed economico....).
Il problema principale è sorto nel momento in cui la maestra ha mostrato un bozzetto del costume che la maestra di danza probabilmente si era fatta disegnare apposta per l'occasione direttamente da Giorgio Armani.
Il costume sotto ok, verde.
Ma i petali???????
OMMIODDIO e come facciamo i petali???
Ma devono essere rigidi? o morbidi? si devono aprire e chiudere? di stoffa? o di gomma piuma? di plastica? ignifughi REI120? colorati? tutti uguali? diversi????????????????????????????????
CHEPALLE!!!!!!
Invece di stare qui 2 ore a farvi duemila domande che non avranno mai una risposta perchè non chiedete a chi cazzo ha disegnato quel bozzetto che magari sa anche come cazzo realizzarlo????!!
Sono tutti bravi a disegnare minchiate ma devono anche essere realizzabili!!
Non posso progettare una casa magari bellissima ma che è impossibile da costruire!!
Ma c'erano 3-4 mamme che di questi petali ne hanno fatto una ragione di vita. Secondo me stanotte non c'hanno manco dormito!
Ma perchè non prendiamo questa storia della recita un po' più alla leggera?
Magari con lo scopo principale per cui viene fatta, cioè la beneficienza?
Il ricavato serve a mantenere l'adozione a distanza di alcuni bambini.
Allora mi chiedo:
invece di rovinarci il cervello (o quella bolla d'aria che c'è al suo posto) con i costumi disegnati da D&G (Dementi&Granfiglidiputtana), perchè non risparmiamo su queste stronzate, vestiamo i bambini con jeans e maglietta, o questi cazzo di petali li facciamo in cartone?? Con i soldi risparmiati potremmo adottare a distanza altri 10 bambini!
Sono io che sbrocco facilmente o qualcuno ha perso veramente il lume della ragione?

mercoledì 24 ottobre 2012

E al mix: DJ CUORE!!!

Da alcune settimane il mio cuore ha deciso di suonare una musica tutta sua.
Forse si era stancato del solito tum-tum.
Si sceglie i dischi e da bravo dj fa partire il ritmo. Tutto è tranne che "regolare".
A volte ci mette alcuni secondi tra un battito e l'altro, altre volte ne fa talmente tanti in un nanosecondo che nemmeno il batterista di una band heavy metal riuscirebbe a stargli dietro.
Preoccupata?
No.
E il motivo è semplice. La stessa cosa mi è successa un paio d'anni fa, in un periodo emotivamente "pesante". Allora mi ero veramente spaventata.
Credevo che sarei morta di lì a poco.
Analisi, cardiologo, ecografie ecc...ecc...
Risultato: sono sana.
O almeno, il mio cuore è sano come un pesce.
Il processo si era concluso con l'assoluzione piena del cuore e con un solo e unico colpevole: l'ansia.
L'ansia è nel mio DNA, prima forse ero solo più brava a gestirla.
In questo periodo non sono particolarmente stressata, non ho grossi problemi nè grandi preoccupazioni. Ma improvvisamente il mio cuore dj a ricominciato il suo concerto.
Respiro e cerco di rilassarmi.
Di più non posso fare, non c'è cura per l'ansia.
E non bevo caffè.
O li bevo decaffeinati.
Che tristezza!
L'ultima settimana il mio corpo ha risentito del cambio di stagione e del cambio di tasso di caffeina nel mio sangue.
Dopo l'ennesima serata con la palpebra calante alle 21, stamattina ho detto al mio cuore:
"Caro mio, oggi si suona quello che piace a me!!"
e mi sono presa un bel caffè, a cui hanno fatto compagnia altri due fino ad ora.
Se proprio vuole scoppiare almeno avrò deciso io!!
Stay rock!!

lunedì 22 ottobre 2012

Non sopporto proprio.....

- chi lascia la macchina accesa per andare a prendere le sigarette.
"Tanto ci metto due minuti...."
Cosa cazzo ti costa spegnere quel fottuto motore? Hai paura che dopo perderai ore a riaccenderla? Non è che devi accendere un fuoco in mezzo alla tundra bagnata!!

- chi parcheggia in mezzo la strada davanti alla porta dell'edicola quando a due metri ci sono 20 parcheggi liberi.
Ma perchè per uscire dal mio carinissimo parcheggio devo fare 27 manovre per non accartocciarti la macchina (di solito big size)? La prossima auto mi compro un rullo compressore....poi vediamo cosa succede.....

- chi dice "Non è colpa mia".
Assumiti le tue responsabilità. Nel bene e nel male.
Se fai sempre lo stronzo continua a portare avanti la tua scelta, non diventare agnellino appena trovi qualcuno che ti fa sentire una merda!!

- i canditi nel panettone.
E dai basta!! Siamo nel 2012, esistono milioni di dolci più buoni del panettone (echecazzo!), se proprio dobbiamo seguire le tradizioni e mangiarcelo a Natale, vi prego qualcuno faccia sapere all'industria dolciaria che i canditi piacciono solo a mia madre e a qualche siciliano che li vende...

- chi arriva all'ufficio postale e già sbuffa.
Cosa minchia sbuffi che non sai nemmeno quante persone hai davanti? Ok, le statistiche non sono un'opinione....ma tanto cosa dovevi fare? Se aspetti 10 minuti cosa cambia nella tua vita??
Poi la maggior parte dei sbuffatori sono pensionati e casalinghe.....non aggiungo altro....

- la tipa che ci mette 15 minuti per scegliere un pollo già cotto al supermercato.
SONO TUTTI FINTI UGUALI!!!! Ricordatelo in quella testa malata.....

- chi critica qualsiasi cosa.
Ma chi ha chiesto il tuo parere? Credo che il mondo possa continuare a girare anche senza la tua fottutissima opinione.....

- i regali di Natale "perchè lui me lo fa allora lo DEVO fare anch'io"
Scusate, ma perchè non vi dite che vi state sui coglioni e che preferiste bruciare 10 euro piuttosto che spenderle per farvi un regalo? Che senso ha fare regali obbligati?

- "dimostra che non sei un robot".
Lo dico ufficialmente a tutte voi blogger. Io vi adoro, mi piace leggere i vostri blog, mi fate ridere, riflettere, sognare o semplicemente passare 3 minuti spensierati ma quando voglio lasciarvi un commento ci metto mezz'ora......ma chi cazzo scrive quelle parole e fotografa quei numeri??? E soprattutto perchè perchè perchè???? Le cose sono due......o stà storia della dimostrazione è una minchiata o.....io sono realmente un robot!!

venerdì 19 ottobre 2012

Ancora di pugilato....

Mio figlio pratica il pugilato.
L'ha scelto lui e nessuno lo obbliga a continuare.
Gli piace.
Sul perchè e sul per come, ho smesso di cercare di capire cosa passa nella testa della gente da un pezzo (specialmente se il tipo ha 7 anni).
No, mio marito non è un ex galeotto.
No, non sono una persona violenta (ma se continua così....mai dire mai!).
No, mio figlio non è cresciuto lontano dagli affetti.
Mio figlio è un bambino molto intelligente, dolcissimo, coccolone e soprattutto molto ma molto pacifico. Aggiungerei....anche TROPPO pacifico. Se qualcuno lo spinge, lui non fa una piega e gli dice: "Perchè spingi, non si fa...." e rimane lì buono buono senza ricambiare lo spintone.
Se avessi visto che mio figlio era un tipo aggressivo e, diciamolo pure, stupido (nel senso che non capisce il pericolo) sicuramente non lo avrei portato in una palestra ad imparare come tirare pugni!
Io in prima persona sono stupita della sua scelta.
Ma lo appoggio, come secondo me dovrebbe fare una buona madre.
Non deve prendermi per mano e seguirmi; deve andare per la sua strada, io sarò sempre lì vicino a lui a tenere la lampada per fare luce sul suo cammino.
E' una sua scelta, ha 7 anni, forse tra un mese non vorrà più andare ad allenarsi, forse diventerà campione del mondo. Chissà??!
Ma la cosa che mi fa saltare i nervi sono i preconcetti.
Appena dico a qualcuno che Diego fa pugilato, la reazione è sempre la stessa......

O_O "Ma stai scherzando??? No, dai, il pugilato no....".

Per prima cosa mi dicono che gli romperanno il naso. E se io lo rompessi a te mentre mi stai parlando, senza aver avuto bisogno nemmeno di una lezione di boxe??
Poi che è uno sport violento, per persone violente, che si farà male.
Ora...ragioniamo a bocce ferme.....
Avete mai visto 22 bambini giocare a calcio?? No perchè se non è violenza quella, allora mi va bene tutto!! Gomitate, calci, spintoni, schiaffi.....il pallone potrebbe anche non esserci e nessuno se ne accorgerebbe!!
'No...ma il calcio è diverso dalla boxe....'
Supero nella descrizione tutti gli sport di squadra che, se praticati da persone sotto i 12 anni, sono sempre e solo una vera zuffa.
Ah....ma le arti marziali sono un'altra cosa. Lì c'è la disciplina. Ora, premetto che ammiro tutte le discipline orientali, ma perchè lì non si picchiano??
'Eh ma fuori dalla palestra non sono violenti'
Ci sono molti ragazzi nella palestra che frequenta Diego. Quasi tutti bravi ragazzi.
Certo il tipo a cui piace le risse lo trovi sempre, come pure al bar sotto casa mia, ma credetemi l'allenatore li fà sentire veramente dei vermi insignificanti.
La maggior parte dei "nostri" pugili sono persone educate, pacifiche e prive di cattiveria.
Poi, certo, sul ring picchiano duro, ma solo sul ring e con le regole.
Sì perchè, miei cari amici sportivi, anche nella boxe ci sono delle regole.
Non è un fight club, avete visto troppi film!!
Mi è capitato di assistere ad alcuni incontri e la sportività della boxe, specialmente nei confronti di chi perde, non si riscontra spesso in molti altri sport. Calcio in primis.
Non ho voglia nemmeno di mettermi lì a difendere uno sport che fino a sei mesi fa conoscevo a malapena. Non conosco così bene la boxe e tutti i grandi pugili, tutta la filosofia che c'è dietro quella che chiamano "Nobile arte", non sono nessuno per difenderla come vorrei.
Ma chi parla senza conoscere e per il solo gusto di criticare mi manda in bestia!!!!!
Dopo sì che posso diventare violenta..... ;-)

Ho imparato a......

sottotitolo: cioè, non proprio "ho", sto imparando a.......vorrei imparare a.........

Non rispondere alle provocazioni.
O sono diventata più saggia o semplicemente so riconoscere quando non ho la voglia e/o la forza di sostenere una litigata.
Dire quello che penso.
Sempre con garbo ed educazione. Mai per sola cattiveria. Ma comunque sempre. Chiessenefrega se poi qualcuno si allontanerà da me.......era solo amico di una persona diversa da me......
Fare attività fisica.
Lo dico sempre col passamontagna indossato per non farmi riconoscere (ho una reputazione da pigrissima da difendere) .....non avrei mai creduto che certe parole uscissero dalla mia bocca......comunque....il mio corpo sta meglio con un minimo sindacale di ore di ginnastica a settimana. 
Truccarmi un po'.
Sì, solo un po', perchè io col cerone in faccia proprio non mi ci vedo! Ma anche con la faccia sbattuta non è che sono tanto carina.....quindi....leggero fondotinta, un ombretto sfumato, un po' di mascara e via. Ma non sicuramente tutti i giorni (la pigrizia vince sempre!).
Cornetto e cappuccino senza sensi di colpa.
Non ce la faccio proprio a iniziare la giornata con thè e biscotti secchi...che tristezza!! Niente ti accende meglio come una bella colazione; se parti soddisfatta la tua giornata può solo essere migliore. Ho una teoria, per ora tutta mia, che se mentre mangi qualcosa pensi che fa ingrassare....beh ingrasserai veramente! Se invece la prendi come una cosa normale, che ti nutre e ti gratifica, il tuo corpo seguirà il tuo spirito in un mondo fatto solo di cose buone e vivranno per sempre felici e contenti!
Stare in disparte.
Ma chi l'ha detto che devo essere sempre io a tenere in piedi la conversazione?? Senza i miei argomenti tirati fuori dal cilindro e le mie battute la chiacchierata non scorre? Ecchisenefrega!!! Mica sono un pagliaccio..... Voglio rimanere in silenzio ed ascoltare quello che dicono gli altri e cosa mi chiedono. Avete mai fatto caso che io so tutto di voi ma voi di me non conoscete un cazzo?? Forse perchè non mi chiedete mai niente di me.....forse non vi interessa.....appunto.
Adattarmi a certe situazioni.
Specifico: solo ed esclusivamente per amore di mio figlio. Le feste di compleanno, gli amichetti a casa nostra il pomeriggio, le cene con emeriti sconosciuti, gite in posti vergognosi, dare confidenza a chi non la darei nemmeno sotto tortura. Solo per lui.
La lista è lunga.....molto lunga......piano piano, step by step....



mercoledì 17 ottobre 2012

Una super giornata

Vi capitano mai quelle giornate piene di cose da fare, che mettono ansia solo a pensarle e poi invece scorre tutto bene?

Tipo:
devo andare in posta (minimo dovrò aspettare un'ora);
poi in banca (il parcheggio non c'è nemmeno se ti raccomandi a San Gennaro);
disegnare quel rilievo/progetto (tanto sono sicura che c'è qualche misura che non porta);
ecc..... oltre, naturalmente, a tutte le altre milioni di cose di routine....

Poi invece succede che:
in posta ci sono solo due persone e l'impiegata oggi è pure gentile e sorridente (e io la guardo come per dire:" Stanotte ti è andata bene, eh? Ringrazia tuo marito da parte mia che ha fatto sfogare i tuoi ormoni acidi e impazziti....);
parcheggio davanti alla porta della banca che quasi quasi potrei fare il versamento direttamente dallo sportello della mia macchina allo sportello della banca (tipo Mcdrive);
inizio a disegnare e .......miracolo!! le misure ci sono tutte e porta tutto!!;
poi spesa, cucino, lavo, stiro, vado a prendere Diego a scuola, lo porto dal suo amico....e ho ancora energia e tempo da vendere.
Mi fermo soddisfatta a gongolare su quanto sono stata brava (fortunata??), poi...........
tutti a cena felici e sorridenti, il profumino è molto invitante, stò per raccontare della mia giornata strafighissima, quando.....
"Mamma, mi prendi il pane?"
.....
O_o
.....
'azzo.....il pane!!! Ho dimenticato di comprarlo!!!!!
E finisce così miseramente la mia super giornata....
ACCIDENTI!!!! DOPPIO, TRIPLO ACCIDENTI!!!! (cit. Dick Dastardly)

sabato 13 ottobre 2012

TEN PARTY!!

Che non mi piace tanto la vita mondana l'ho detto e ridetto.
Ma questo non vuol dire che non amo i party.
Anzi li adoro!
Spesso (e molto volentieri) li facciamo a casa tra di noi e sempre più spesso li facciamo in camera di Diego.
Credo che sia una figata organizzare una vera e propria festicciola esclusiva per noi.
Diego è veramente felice di sentirsi il padrone della sua stanza e accogliere ospiti (io e il padre); prepara la locandina della festa da attaccare sulla porta, gli inviti (senza di questi non ci fa entrare in camera....O_o ....ragazzi, per le feste vip c'è parecchia selezione all'ingresso!!).
Bastano pochissime cose: Coca cola a fiumi, patatine, pizza o salatini. E tanta voglia di stare insieme in allegria. Queste "feste" mi fanno veramente stare bene, sono un toccasana.
Stasera ne abbiamo organizzata un'altra e l'abbiamo chiamata "Ten Party". Nel pomeriggio siamo andati al Lidl e avevamo a disposizione 10 euro per comprare l'occorrente per la festa, nessun euro in più.
In realtà l'idea si rifà a qualcosa che veramente facevamo io e mio marito quando eravamo fidanzati; in un periodo economicamente non troppo felice ci trovavamo il sabato sera con 10.000 lire in due e, senza perderci d'animo ma con tanta voglia di stare insieme  alla faccia di tutto e tutti, entravamo in un discount, compravamo tante schifezze e passavamo la serata in camera mia a vedere la tv. Senza soldi (non che adesso sia cambiato molto) ma......bei tempi!!!
Diego si è divertito come un matto a comprare e a fare i conti e arrivati alla cassa è esploso di gioia quando il cassiere ci ha detto che non avevamo sforato il budget!
Per dovere di cronaca con 10 euro abbiamo preso: patatine da fare al forno, Coca-cola, olive ascolane (e qui ci sta un bel.....esticazzi!), pizze rigorosamente surgelate e......rullo di tamburi......tartufi gelato.
Da rifare.

giovedì 11 ottobre 2012

Ordine e Disordine

Da qualche parte una volta ho letto "Chiamiamo disordine un ordine che non comprendiamo".
Inutile dire che io, regina indiscussa del disordine, abbia preso questa frase come motto della mia esistenza caotica.
Nonostante l'oroscopo relativo al mio segno zodiacale provi a convincermi del contrario (sono della Vergine), sono una disordinata cronica.
Almeno all'esterno.
Penso infatti che nella mia testa ci sia un ordine dei miei pensieri talmente maniacale che le migliori biblioteche se lo sognano.
Vivo bene nel caos, nella confusione, nelle cose sparse (per gli altri perchè io so dove metto le cose!), mi piace la casa "vissuta". Odio quelle case che quando entri sembrano disabitate o il set di Bravacasa per quanto è tutto in ordine e sistemato. Mi sembrano fredde, senza anima.
E allo stesso modo non sopporto chi ha idee confuse, chi non sa cosa vuole, chi non sa cosa gli piace, chi non sa scegliere.
Disordine fuori.
Ordine dentro.
Poi ci sono dei giorni che sento il bisogno di riordinare.
E mentre sistemo tutto, mi fermo e penso...."Cosa sto facendo??? Perchè??".
Chi mi conosce bene si preoccupa ogni volta che riordino le cose.
Il mio ex capo ogni volta che sistemavo la scrivania e la facevo diventare una postazione di lavoro super ordinata (perchè quando mi ci metto sono maniacale....il mio segno zodiacale vince) mi diceva sempre preoccupato: "Patrizia, cosa c'è che non va?".
E aveva ragione.
Se sento il bisogno di ordine esterno è perchè dentro non sto bene, si sono mescolate le carte del mio cervello o dei miei sentimenti.
Oggi è uno di quei giorni che vorrei allineare mobili e soprammobili, riappicificare le scarpe spaiate, sistemare le carte dei Pokemon in ordine alfabetico, sistemare cassetti e armadi.......
Ce la posso fare a non rompere il mio disordine............scrivo nella speranza che le mie carte interiori ritornino buone buone al loro posto......

martedì 9 ottobre 2012

Io e il mio stomaco.....

Ho sempre avuto un ottimo rapporto con il mio stomaco......io mangiavo qualsiasi tipo di schifezza e lui, da bravo organo qual è, digeriva tutto senza fare troppe storie e senza mai lamentarsi.
Rarissime le volte che non riusciva a fare il suo dovere e sicuramente la colpa non era da attribuire a lui....
Poi ho scoperto il suo difetto: è selettivo.
Finchè trangugio schifezze e simili tutto ok.
Ma se decido che è ora di "nutrirmi" per benino lui fa lo scontroso.
Perchè riesco a mangiare un chilo di gelato senza batter ciglio e invece non riesco a finire una fottutissima mela??
Il mio stomaco è allergico alla frutta. In generale.
C'ha ragione.....per una vità non ha mai conosciuto la frutta poi........ arrivo io......con la storia delle vitamine e dei sali minerali......che lo obbligo a contenere una mela.
Intera.
Sarà troppo???
Secondo me si è offeso perchè non ho chiesto il suo parere.....

lunedì 8 ottobre 2012

Accanimento

Non mi piace l'accanimento. Di qualunque forma e specie.
Ultimamente sento più spesso un certo accanimento nei miei confronti da parte di chi mi sta vicino.
Il problema è che ho ragione, sempre o comunque quasi.
E questo dà fastidio.
Essere più sensibile, più disponibile, più pratica, più intelligente (e lasciatemelo dire!!!!), dà mooooolto fastidio.
E il gioco all'ultima moda sembra essere "troviamo_una_qualsiasi_cosa_sbagliata_che_fa_e_la_sputtaniamo".
E ci si impegnano pure.
Ma puntualmente, come ogni volta che desideri tanto qualcosa ma non accade, perdono (per usare il linguaggio ludico). Ma la vittoria su queste stronzate non mi piace. Prima me ne potevo anche vantare ma adesso, visto il perpetuarsi della situazione, mi fa venire la tristezza. Una tristezza pazzesca perchè non mi sento apprezzata.
Ma se hai "l'onore" di stare vicino a qualcuno che ha qualcosa di speciale perchè non ti senti fortunato invece di aspettare un suo passo falso?
E' come se un bravo calciatore giocasse nella stessa squadra di Maradona (ai tempi d'oro, naturalmente!) e invece di sentirsi orgoglioso di poter giocare e vincere con lui si mettesse in competizione per cercare di palleggiare meglio. Ma dai cazzo.....lui è Maradona......lascia stare!!!
Lo so che il  mio ego è grande, forse enorme, ma sono sempre stata così, non è che sono cambiata adesso. Mi hanno sempre conosciuta così, se non vi piacevo perchè mi avete avvicinato?
Posso anche dire di essere la migliore al mondo ma se qualcuno si fermasse un attimo ad ascoltare capirebbe che lo dico ma in fondo non lo penso,  è solo per nascondere la mia fragilità e la mia insicurezza.
Forse è meglio che faccio qualche passo indietro nella speranza che questo stupido gioco finisca presto.....

venerdì 5 ottobre 2012

Se fossi milionaria.....

Oggi voglio lasciare da parte tutte le menate sul fatto che i soldi non fanno la felicità, che la ricchezza si trova nei ns. cuori, che l'importante è la salute, inutile essere ricchi se si è soli....e bla bla bla, bla bla bla.
Lo sapete che sinceramente penso tutte queste cose che ho scritto sopra e che ho un gran rifiuto per il dio denaro (e di conseguenza lui si allontana da me! :-( ).
Ma oggi la mia mattinata è trascorsa diversamente dal solito. Per il mio compleanno ho ricevuto uno dei migliori regali che si possa fare ad una persona. Niente tazzine da caffè, maglioni, orologi, borse ecc....
Una busta blu con un bel nastrino lilla......dentro un cartoncino con scritto "Un massaggio relax per te".
M I T I C O
Oltre ad augurare lunga vita alla persona meravigliosa che ha toccato il tasto giusto e ha acceso la casella "Estasi", che invece del solito banale regalo ha pensato veramente a cosa mi avrebbe fatto piacere (Lucy I love You!!), questo massaggio mi ha fatto pensare.
Mentre ero stesa sul lettino riscaldato, con le luci soffuse, la musica rilassante, l'olio caldo e profumato, le mani della massaggiatrice forti e delicate allo stesso tempo, ho pensato: non si potrebbe fare tutti i giorni???
Se fossi milionaria.....
CHISSENEFREGA .......
delle Hawaii.....odio il caldo mica voglio andare a morire dall'altra parte del mondo!
della Ferrari.....ma se non riesco nemmeno a parcheggiare la mia Matiz!!
del maggiordomo e della donna delle pulizie.....sconosciuti che frugano tra le "mie" cose a casa "mia" (ve l'ho mai detto che il concetto di comunismo non rientra tra i miei pensieri??)

Vorrei solo una massaggiatrice (o massaggiatore....non sono sessista!) che fosse lì pronta/o ogniqualvolta avessi voglia di un bel massaggio..........2 volte al giorno, tutti i giorni è un po' esagerato??
Va bè.....tanto sto solo sognando.


 P.S.: se non sapete cosa regalarmi a Natale.....salvate questo post nella pagina dei preferiti! ;-)

martedì 2 ottobre 2012

Come uno specchio.....

Mi trovo in seria difficoltà ogniqualvolta davanti al blog, ad un social network o similari devo descrivermi in poche righe.
Da notare che se visualizzate il mio profilo completo su questo blog, oltre alla mia musica preferita e cose molte generiche, non trovate nessuna descrizione di me.
Non ci riesco, ogni volta ci provo ma......
Io sono....ehm.....vediamo un po'.......
- simpatica, bella, intelligente e tanto tanto modesta......no dai! così è una presa per il culo....
- stronza, irritabile, asociale......così sembro un mostro.......
- seria, affidabile e puntuale......no....questo è il profilo da presentare alla mia finanziaria.......
- allegra, socievole e solare........sì ....ma non sempre.....

Poi mi si è accesa la lampadina!

Se con me sei.........
simpatico, ti mostro tutta la mia ironia......
intelligente, condivido con te le mie conoscenze.......
allegro, avrai il mio miglior sorriso........
stronzo, conoscerai la parte di me più acida di uno yogurt magro scaduto.....
falso, mi vedrai scappare e preferire stare sola......

Da oggi quando dovrò descrivermi in poche parole non ho più dubbi.
Io sono......uno specchio!!

mercoledì 26 settembre 2012

Come aveva ragione Proust.....


Tutto scorre normalmente, tra giornate felici, alcune meno, altre che passano senza che neanche me ne accorgo.
Poi..... è un attimo.....
un profumo......
una canzone.....
e il mio cuore smette di battere per alcuni istanti.
E il mio respiro rimane in gola.
Mi sento smarrita nell'universo infinito.
Come se la terra fosse crollata sotto i miei piedi.
E questo "stordimento" mi dura alcuni minuti.....
Sono una persona razionale.
A volte anche troppo.
Ma ci sono cose a cui la ragione non sa dare spiegazioni.

martedì 25 settembre 2012

Vasca o doccia?

Alle soglie della fine del mondo, dove le case sono sempre più minuscole, le persone hanno sempre fretta e non hanno tempo (frase ormai gettonatissima che se non la dici sei proprio uno sfigato...), nel mio bel mondo pieno di tempo libero (questa è pura ironia, ndr) pensavo ad una cosa di massima importanza per la specie umana (o quello che ne resterà dopo il 22 dicembre....a proposito "Ah Maya...prrrrrrrrr!!"):
 vasca o doccia??
Sembra una cazzata ma la differenza è abissale.
Perchè se parliamo del puro gesto igienico, semplice e pratico.....concordo per la doccia ma.....vuoi mettere una bella vasca piena di acqua calda, schiuma profumata e mezz'ora di relax?
E non rompetemi con la storia "Avercela mezz'ora di tempo...". Tutti possono trovare il tempo per un bel bagno, certo ci si deve organizzare, rinunciare a qualcosa o semplicemente mandare a fanculo ciò che si può rimandare.....
Homer Simpson (grande guru spirituale) dice:
"Mai fare oggi quello che puoi rimandare a domani....". 
Chissà perchè penso sempre a lui quando devo stirare.....sarà colpa sua se ho una montagna di panni accumulati che gridano vendetta?! Va bè....lasciamo stare....
Quando ho ristrutturato la mia casa (un solo bagno....me misera...me tapina) la decisione tra vasca e doccia è stata molto combattuta.
Il 99,9periodico% delle persone intorno a me suggeriva la doccia. "Tanto la vasca non la fai mai! Quando trovi il tempo? La doccia è pratica e veloce".
Come sempre ascolto il consiglio degli altri e così......ho fatto di testa mia e ho messo la vasca!
E' stata una delle poche decisioni felici che ho preso in vita mia.
Dopo una settimana ferma sulla casella "IMPREVISTI" (ormai non tiro più neanche i dadi) stasera la mia faccia è sorridente.
Dopo cena, cascasse il mondo (scusate Maya...non voglio rubarvi il mestiere), bagno con tanta schiuma superprofumata. Ok, non riesco a farla tutte le volte come la doccia ma proprio per questo è come fosse un regalo. Solo per me.

lunedì 24 settembre 2012

Eh...le donne....

Diego aveva/ha una fidanzatina a scuola.
Il tempo del verbo dipende dal grado dell'umidità della giornata in quanto alla tipa (6anni, sottolineo 6) piace cambiare spesso fidanzatino (oh come si comincia da piccole....).
Lui ormai se n'è fatto una ragione e ci ride pure sopra, credo che pensi che  le donne siano tutte così......vaglielo a spiegare che ce ne sono tante (issime) così ma ci sono anche quelle serie!!!
Ieri mi dice con aria angelica: "E. è una mignotta..."
"Diego!!!!! Ma cosa dici?????? E' una parola bruttissima, specialmente se parli di una bambina......ma almeno sai cosa vuol dire?"
"Più o meno.....cosa vuol dire di preciso?"
"Ehm....cioè.....va bè.....una mignotta è una donna che va con diversi uomini......."
"Come E."
......
"Sì....cioè....no!....dai è un po' diverso....lei magari è volubile..."
"Cosa vuol dire volubile?"
"Volubile è una persona che cambia idea facilmente.....(questa era più semplice da spiegare!)"
 ..........
Lui ci pensa un attimo poi fa:
"No no no....allora lei è proprio mignotta!"
 O_o

venerdì 21 settembre 2012

Il mio personalissimo Monopoli....

Questa settimana è così......
Lancio i dadi e qualsiasi sia il numero che esce la casella è sempre la stessa......"IMPREVISTI".....
O-°
Sai quelle settimane in cui hai mille impegni e mille seghe mentali ansie e mille scadenze??
Da brava organizzatrice e progettista quale sono, calcolo tutti nei minimi dettagli, prima questo poi quello poi passo là poi.........
Prima di addormentarmi ripeto, come fosse un mantra, quello che devo fare la mattina dopo e così mi addormento. Dormo con il cuore più tranquillo come se aver ripetuto tante volte abbia alleggerito il peso delle cose da fare.
Poi puntualmente la mattina dopo.....1....2....3....IMPREVISTI!
Cazzo il mio Monopoli è composto solo da queste caselle!!!
Almeno non c'è la prigione (ma credo ancora per poco...).......

lunedì 17 settembre 2012

ORGOGLIO E PUGILATO

Sabato ho trascorso una delle più belle serate della mia vita, se non addirittura la più bella.
Il Boxing Club (palestra era troppo meno figo!) che frequenta Diego ha organizzato una serata di incontri di pugilato nella piazza principale di un paese a noi vicinissimo.
E con mia grande gioia (e una quantità non misurabile di orgoglio) Diego è salito per la prima volta sul ring. Non sono una madre scellerata, semplicemente considero il pugilato (e chiamiamolo con il suo nome italiano!!! Scusate ma alle superiori avevo un professore di ginnastica superfascista che odiava sentire la parola 'stretching', per lui erano 'allungamenti muscolari, se c'è un nome italiano per una cosa usiamolo!!!!') una bella attività fisica per mio figlio, che gli modella il corpo e gli dà sicurezza. Certo ancora è piccolo per combattere, non so se sarò ancora della stessa opinione quando crescerà ma per adesso mi godo il suo entusiasmo.
Qualche giorno fa il suo allenatore ci ha chiesto se Diego poteva salire sul ring per fare qualche scambio con il suo compagno, per saltare la corda e per tirare qualche pugno, in poche parole doveva fare uno show. Noi abbiamo chiesto a Diego se se la sentiva e lui è stato subito entusiasta della cosa.
Ho dovuto ricredermi sulla timidezza di mio figlio......quando gli ho spiegato che la piazza sarebbe stata piena di persone, lui mi ha risposto "Embè! Meglio!!Così mi guardano tutti!".
O_O
Ha un incrocio di ego tra me, Mourigno e Cassius Clay (tre personcine umilissime.....)
Le ore di attesa sono state molto agitate, almeno per me. Ero emozionata, avevo paura che si sarebbe bloccato sul ring, che l'emozione avrebbe vinto e invece.......
Lui era carichissimo, avrebbe potuto fare 200 flessioni con un braccio come Rocky e non sentire niente.....
Vederlo lì, sul ring, con i guantoni che quasi pesano più di lui, insieme ai veri pugili è stata un'emozione indescrivibile. Sembravo una bambina in un negozio di caramelle. Lui si è goduto il suo momento di gloria a testa alta e più che emozionato, era felice! Cosa ci può essere di più soddisfacente di vedere il proprio figlio felice? E magari gongolare un po' perchè sono "io" la sua mamma?
Tra il nostro personalissimo pubblico c'era, naturalmente oltre a me e mio marito, mio fratello nel ruolo importantissimo di fotografo/cameraman e mia madre che in 70 anni non aveva mai visto un incontro di boxe nemmeno in Tv. E quello che mi ha stupito è che appena  Diego ha finito (era il primo) pensavo che mia madre se ne tornasse a casa visto che ripete sempre che lei non riesce a guardare le persone che si prendono a pugni.....Invece è rimasta fino alla fine, si è vista sei incontri e alla fine quasi consigliava i pugili su come tirare un gancio o un diretto!! I poteri dell'ambiente del pugilato!!!
Serata magnifica, siamo rientrati stanchi ma pieni di entusiasmo e di orgoglio per il nostro piccolo grande pugile!!
P.S.: non poteva certo mancare la medaglia anche per lui.....meravigliosa!!

giovedì 13 settembre 2012

33 e non sentirli...

Ed oggi sono 33!!
Gli auguri me li faccio da sola, che bene come me ne voglio io non me ne vorrà mai nessuno!!!
Anche la torta me la faccio da sola....sto proprio invecchiando......

mercoledì 12 settembre 2012

Il cielo ha sempre ragione....


Le discussioni fanno male. Sempre e comunque.
Sia che nascano per una cazzata o per una cosa seria.
Ma ti fanno capire il valore vero dei sentimenti.
Ci sono dei legami che non si possono sciogliere, perchè non c'è nessun nodo, è solo lo stesso filo che continua, magari diverso e di un altro colore, ma comunque resta sempre lo stesso filo. Si può torcere e piegare....ma non spezzare.
E i legami veri restano immutati, secondo me migliorano dopo una discussione.
E' un po' quello che ci insegna il cielo....è sempre bello e azzurro ma dopo un temporale ha un colore unico e meraviglioso che ti lascia a bocca aperta. Niente lo può intimorire anzi....dopo il temporale se ne esce ancora più splendido di prima. Fiero di aver superato la pioggia.

lunedì 10 settembre 2012

FUORITEMPO


E c'era tanta gente che
sembrava lì solo per me
tutti ai blocchi di partenza
lo start chi lo dà?
E poi...
il cuore che bruciava
e poi correvo come un matto
ma tutti gli altri eran davanti,
cos'è che non va?
Brutta storia dico corro corro
e resto sempre in fondo
sono fuori allenamento
oppure è allenato il mondo?
Certa gente...
riesce solo a dire...
Sei fuoritempo
Sei fuoritempo
sei come un debito scaduto
sei fuoritempo
sei fuoritempo
sei quello che ci chiede
sempre aiuto
Fu così che lasciai la gara
e resto lì
per andare con il passo mio
stan fischiando... stan fischiando
va bene così
Per di qui per mesi e per chilometri
finchè qualcuno dice: "Tu dov'è che stai andando,
che siam tutti qui?"
Io non vado da nessuna parte
io sto andando e basta

dicono che se mi beccano
mi tagliano la cresta
Certa gente...
pensa solo a dire...
Sei fuoritempo
Sei fuoritempo
arrivi e parti troppo presto
sei fuoritempo
sei fuoritempo
Vogliamo i suonatori
al loro posto
Fatti per correre
o per rallentare
C'è anche chi ha deciso
di camminare
al passo che gli pare!!!


                                 Luciano Ligabue


venerdì 7 settembre 2012

Giungla? No, grazie!!

 Sto bene da sola.
Anzi no, sto bene solo con pochissime persone.
Non persone a caso, persone che ho fatto entrare nella mia vita e che mi hanno fatto entrare nella loro un po' per scelta, un po' per legami di sangue.
Con i pochi prescelti faccio una vita dignitosa, mi considero una brava persona che non segue la massa ma che ragiona sempre e solo con il suo cervello. Non faccio mai del male a nessuno, almeno volontariamente, non per scelta ma per mia natura non conosco la cattiveria. Cerco sempre di dare il massimo e di aiutare chi è in difficoltà (empatia di merda!!)
Sì lo so, che così non andrò da nessuna parte.
Ma io non voglio andare da nessuna parte.
Io sto bene qui, con le poche persone che condividono la mia vita, e della giungla che c'è là fuori non mi interessa. Ho deciso tanto tempo fa che non volevo sopravvivere nella giungla. Preferisco la mia casa dove ancora non abbiamo perso di vista le cose fondamentali della vita. Ok...... non sarò coraggiosa e temeraria, avrò una vita piatta e monotona ma io l'adoro così. Ho dei miei principi e dei miei ideali ben precisi e non mi interessa se sono condivisi da pochi e se non sono popolari.
Sono miei. Punto.
Non voglio imparare a vivere a nessuno, dovrei prima di tutto imparare io stessa.
Non giudico le vite degli altri ma soprattutto non permetto che qualcuno possa venir a sindacare il mio modo di vivere.
Non cerco nessuno, non vi ho chiamato io, se non vi piace la mia vita statevene fuori che nessuno vi ha invitato.
Questa è una delle poche cose che ancora mi fanno diventare le orecchie rosse. Avete presente quando a Paperino monta la rabbia? Ecco in questo momento mi sento così.....

P.S.: per chi non conoscesse i Guns 'n' roses .......ma come cazzo fate a non conoscere i Guns??? Ma dove vivete????....ehm dicevo..... per chi non li conoscesse 'Welcome to the jungle' è una delle loro canzoni di maggior successo e quella della foto una frase del testo.

giovedì 30 agosto 2012

Confessione

Scrivo questo post con un rettangolo nero sugli occhi e la voce modificata elettronicamente.
Non mi voglio far riconoscere perchè ho una reputazione da difendere e mi vergogno tanto di quello che ho fatto. E che continuo a fare.
Va contro tutto quello in cui ho sempre creduto e per cui mi sono sempre battuta con coraggio ed entusiasmo.
Ma è successo.
A me.
Proprio a me.
Io che con estrema convinzione dicevo "No, a me non succederà mai!!" e invece.......mai dire mai!
Non ce la faccio a confessare. Vi prego non giudicatemi con troppa superficialità. Abbiate pietà della mia povera anima. Non insultatemi.
1.......2......3.....no!
Non lo dirò mai.....dalla mia bocca non uscirà nemmeno una parola.....
Dai riprovo........respiro e .....
1.....2.......3....
"FACCIOGINNASTICAAAAAA!!!!"
Ce l'ho fatta, l'ho detto, mi sono liberata dal peso opprimente che portavo sullo stomaco.
Ebbene sì, io.....
Regina della pigrizia,
Sua Maestà della poltrona sacra,
Gran duchessa dei Culipesanti,
Presidentessa fondatrice dell'associazione "Lo sport fa male",
Grandinsultatrice di tutte le palestre.

Almeno la palestra me la sono risparmiata. Faccio ginnastica con la PS3 insieme a mio fratello (che è diventato complice di questa mia debolezza).
Se qualcuno si chiedesse il perchè di questo cambiamento......
E' colpa sua, come sempre del resto negli ultimi 7 anni.
Mio figlio.
Un mese fa, appena uscita dalla doccia, lui viene da me e mi fa "Hai le chiappe gelatinose!!"
O_O
Gelatinose?????
Sapevo di averle grosse, grasse, brutte e schifose ma gelatinose.......nooooooooo!!!
Io non so da quale cilindro magico tira fuori certe parole, so solo che colpiscono sempre il bersaglio. 'Gelatinose' rende l'idea meglio di qualunque altro termine ma è anche quello che solo a sentirlo fa più ribrezzo.
Lì per lì mi sono fatta una bella risata ma poi mi son detta 'Lui pensa questo di me? Non voglio che mio figlio abbia una mamma gelatinosa!!!!'
Quindi ho cominciato a fare ......ehm...sì dai!.... quella cosa lì....non fatemela ripetere!!!
Contro ogni quotazione dei bookmaker casalinghi, dopo un mese ancora la faccio con costanza (ma vi consiglio di non puntarci nemmeno un euro che durerò tanto, sarebbero soldi buttati!).
Diego controlla ogni giorno gli sviluppi e dice che 'sì, va bene.....non sono più gelatinose..... ma puoi fare meglio!!'.

A.I.U.T.O.



martedì 28 agosto 2012

Anticonformismo



Ieri ho ricevuto uno dei complimenti più belli che mi si potesse fare.
Parlando del più e del meno con mio cognato, ad un certo punto dice a me e a mio marito: "Eh ma voi siete......anticonformisti!".
In tanti anni che stiamo insieme ci hanno detto di tutto: che siamo strani, asociali, rustici, particolari, alternativi.....ma questa ci mancava.

Dal dizionario italiano:
anticonformismo
[an-ti-con-for-mì-ʃmo]
s.m.
Rifiuto di conformarsi alle idee, ai costumi, agli atteggiamenti predominanti in un determinato tempo e ambiente.

Dal dizionario dei sinonimi:
(agg.), autonomo, indipendente, libero, originale.

Certo..... lui l'ha detto usando il suo linguaggio "politicamente corretto" che tende a mandarti a fanculo dicendoti "Hai mai pensato di farti sodomizzare?" ma comunque mi ha fatto piacere.
Perchè, al giorno d'oggi essere considerati "anticonformisti" per me è un privilegio e un vanto.
Grazie cognatino! Mi sento veramente meglio.....

mercoledì 22 agosto 2012

I love Super Mario

Oggi ho fatto di nuovo lo sbirro cattivo.
Ho dovuto.
Tanto se non la faccio io la parte del cattivo non la fa nessuno.
D'altronde mi riesce veramente moooolto bene.
Questione del giorno (o meglio della settimana): il nintendo.
Ho proibito a mio figlio di giocarci per una settimana; ho seguito alla lettera i milioni di buoni consigli di SOS Tata ....... avvertimento......spiegazione......minaccia velata......minaccia su carta bollata e.......punizione!!
Ora.......una settimana senza nintendo non può che fargli bene, a lui.
Perchè, mie care tate da strapazzo, il nintendo sarà pure un friggicervello ma a volte è anche una benedizione.
A parte il fatto che sono abbastanza giovane da rientrare tra quelli che sono cresciuti a pane e SuperMario (che difenderò fino alla morte),  non sono una di quelle mamme che demonizzano i videogiochi. Anzi, alcuni sono più educativi e stimolanti di tante merdacce di giochi che ci propina la pubblicità; certo non amo i videogiochi sparasparaenoncaricamai (per fortuna a mio figlio non piacciono per niente).
Comunque, dicevo, per quanto tutti gli esperti e tutte le mamme del mondo possano far finta che non è vero, il nintendo a volte ti risolve le situazioni.
Perchè non posso stare tutto il tempo dietro a lui, anche se mi piacerebbe ci sono delle cose che devo fare per forza. Perchè di cose insieme ne facciamo fin troppe ma arriva un momento nella giornata dove mentre io faccio queste cose forzate e controvoglia, lui se ne sta buono e caro senza mai chiamarmi.
Si chiama sopravvivenza.
Non voglio e non posso rimangiarmi la punizione, non sarei più uno sbirro credibile. Devo comunque difendere la mia reputazione di mamma-crudele, ci tengo!!!
Io ho gia iniziato il count-down.......Mario ritorna presto, chesta casa aspietta a tte.

domenica 19 agosto 2012

Di case e matrimoni.....



Sarà deformazione professionale ma stavo pensando a come il matrimonio assomigli tanto ad una casa.
Sì proprio ad una casa.
Quando decidi di costruirla sei pieno di entusiasmo, affronti qualsiasi difficoltà che incontri durante il progetto e la costruzione, superi momenti difficili e se proprio quel particolare non va trovi subito una "variante in corso d'opera" che comunque ti piace.
Per quanto sia faticoso, il lavoro viene pienamente ripagato a fine cantiere.
E lì, quando vedi l'opera terminata, la "tua" casa, costruita con impegno e sacrificio, la soddisfazione non ha paragoni.
Poi ci vai ad abitare, ti rendi conto che magari qualche particolare poteva venire meglio ma è la tua, hai lottato per farla e vuoi godertela fino in fondo. Ovunque vai vedi mobili e oggetti e pensi subito 'starebbero bene nel mio salotto\camera ecc....' perchè ti piace renderla ancora più bella e più tua.
Poi arriva un momento che non ci pensi più come prima. Non ci fai più caso, in fondo è "solo" la tua casa, come se ci fosse sempre stata.
Così dopo un po' la casa inizierà ad avvertire i segni del tempo: muri crepati, le finestre non si chiudono bene, le piastrelle scheggiate.......E arriva il giorno che la guardi e non ti piace più, non la senti più tua.
E magari passi davanti ad un'altra casa, bella, bellissima, almeno così sembra da fuori, con un bel cartello colorato che dice che è in vendita. E allora.....2+2=4......la tua non la senti più tua, è vecchia, un po' logora.....quella invece......
La scelta è troppo facile e......ingiusta!
Non ricordi più il momento in cui hai deciso di progettare e costruire la tua casa? Non ti ricordi più quanto lavoro, tempo, dedizione hai speso per realizzarla? A quanta soddisfazione e gioia ti ha dato? A quanto ti piaceva?
Forse bastava solo un po' di stucco e pittura, magari un divano nuovo e sarebbe ritornata all'antico splendore. Perchè è giusto che la nostra casa cambi insieme a noi. Ma così ci vorrebbe impegno e forza di volontà, ci sarebbe da rimboccarsi le maniche, da sudare. Ma chi te lo fa fare quando l'altra casa "sembra" bella e nuova?
Ecco perchè matrimoni e case si somigliano. Il matrimonio, come la casa, ha bisogno di manutenzione, non dico quotidiana ma comunque costante. Ha bisogno di rinnovarsi mantenendo comunque inalterata la struttura.
Adesso smetto.......il caldo mi ha fuso gli ultimi neuroni buoni......sono diventata una psicogeometra......

venerdì 17 agosto 2012

Onestà e musei

"Andiamo al museo della scienza?"
"Va bene!"
"Quando?"
"Quando vuoi...."
........
"Allora? Il museo?"
"Ah.....sì.....certo....possiamo andare anche domani......informiamoci sugli orari....."
"Ok mi informo..."
......
3 giorni dopo

"Oh...ma domani ci andiamo o no a 'sto cazzo di museo?"
"Eh va bene......se proprio ci dobbiamo andare.......ma non è lo stesso dell'anno scorso?"
(sono 5 giorni che ne parliamo e tu ancora devi capire in quale cazzo di museo voglio andare? Ti hanno per caso fatto una lobotomia???)
"(respiro) sì è sempre quello ma Diego vorrebbe tornarci.....a te non va?"
"Non è che non mi va........... ma........ non possiamo vedere sempre le stesse cose! Magari andiamo a vedere quell'altro museo....."
"Va bene e....quando?"
"Quando vuoi....."
 O_o

Quanto sarebbe molto più semplice essere onesti? Con gli altri e soprattutto con noi stessi.......

"Andiamo al museo della scienza?"
" Che palle!!! Un'altra volta non lo reggo!!!! Ti prego fatti venire un'altra idea che questa mi sta proprio sui coglioni!!!"
Semplice.....
Magari formalmente un po' maleducato ma chiaro, deciso e diretto.
Non lascia dubbi.
Senza se e senza ma.
Ci rimarrò male i primi dieci secondi ma poi mi passerà e almeno non dovrò logorarmi il cervello per 5 giorni consecutivi sbattendomi a chiamare per orari e aperture.
Amo l'onestà, anche se fa male.
E i musei, anche se a te no.



martedì 14 agosto 2012

Quel dilettante di Freud....


"Le donne sono tutte uguali!"
Frase classica che corre spesso sulla bocca dei maschietti...... ma quando a dirla è tuo figlio di 7 anni...
O_O
"Cosa significa che siamo tutte uguali?" replico io.
"Eh sì...sono tutte uguali, vogliono comandare tutto e tutti e quando non ne posso più e dico che a me non va bene fanno quella faccia....sai quella faccia con gli occhi che dicono 'dai ti prego' come se stessero per morire?....e mi tocca dire sì. Ma io la prossima volta scoppio!!! Le tiro un pugno in faccia....."
.....
S.E.N.Z.A.
P.A.R.O.L.E.
Analisi fredda e un po' cinica del rapporto uomo-donna, o bambino-bambina che poi è la stessa cosa.
Freud in confronto era un dilettante......



lunedì 13 agosto 2012

I.M.T.

Dopo appena due giorni di montagna mio marito mi fa:
"Sembri un'altra persona! Allora è vero che è il caldo che ti fa male!"
Ma brutto pezzo di.......amore mio, cosa credi che mi diverto a far finta di soffrire il caldo? Di essere posseduta da un demone che mi fa sudare H24/24? Di non dormire se non due ore a notte? Di aprire una caccia spietata alle zanzare?
Credimi......NON MI DIVERTO PROPRIO!!!
La mia è una specie di malattia......dovrei andare dal medico a farmi fare un certificato che spieghi la mia patologia:
" I.M.T. 
Infermità Mentale Temporanea dal 1° giugno al 15 settembre."

Chissà forse l'INPS potrebbe anche riconoscermi una pensione......


lunedì 30 luglio 2012

Un premio per me????

Mentre stavo per mettere il cartello al blog, lo stesso affisso nei miei muscoli e nei miei neuroni.....

....arriva (da una mamma blogger che seguo con grande simpatia)
tanto gradito quanto inaspettato questo....


Per me??? Che dire (oltre che gongolare).......
GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!
Alla consegna ufficiale (questa!) devo raccontare una chicca inedita di colui a cui va ufficialmente il premio e nominare altre mamme blogger.
Di vicende di Diego che non ho mai raccontato ce ne sono tante e al momento non riesco a sceglierne una in particolare.........
La mia nomination invece va a.........(rullo di tamburi)..........
mammamimmononsolo.blogspot.it, per la profondità e la leggerezza che la contraddisguono.
E adesso, come dice il regolamento di questo premio, vado ad avvertire la mia "nominata"........

Ah.....dimenticavo......dopo aver ritirato il premio ho affisso comunque il cartello quindi....buone vacanze!!!! Io me ne vado un po' al fresco (no...non in galera!). Alla prossima girls.....




domenica 22 luglio 2012

Tutta questione di parole.....

E' proprio vero che le parole sono a disposizione di tutti, ma non tutti le sanno usare o le sanno abbinare.
E' come per la moda e per la cucina. Tutti hanno a disposizioni certi vestiti o certi ingredienti, ma non tutti si vestono bene o sanno fare una torta decente.

IO sono pigra.
IO sono dormigliona.

Ieri leggendo Donna Moderna mi sono soffermata sulla rubrica di Sveva Casati Modignani.
Sotto la sua foto c'era scritto: "scrittrice ecc. ecc......, coltivatrice dell'arte del sonno."

Coltivatrice dell'arte del sonno?????
*_*

Da oggi, per favore, non chiamatemi più pigra o dormigliona.
Sono una COLTIVATRICE DELL'ARTE DEL SONNO!!!
E come coltivo io.......

venerdì 20 luglio 2012

Il Puffo Brontolone......


Io odio il caldo.....
Io odio sudare.....
Io odio il cuscino umidiccio.....
Io odio dormire 2 ore per notte....
Io odio le cicale......
Io odio il volante della macchina incandescente.....
Io odio le funzioni vitali azzerate.....
Io odio le zanzare.....
Io odio la pelle appiccicaticcia.....
Io odio l'aria condizionata.....
Io odio fare 4 docce al giorno e capire che ho sprecato solo acqua.....
Io odio chi soffre il freddo.....
Io odio chi mi dice che passa presto.....
Io odio l'estate.....


martedì 17 luglio 2012

Nuovo reality: Spesa 7-70

Al martedì ormai è un appuntamento fisso: il supermercato vicino casa fa lo sconto del 15% a chi ha più di 65 anni e io ci devo accompagnare mia madre.
Il negozio è stracolmo di gente over 65 (tanti sono anche over over!!), che tra chiacchiere\pettegolezzi, camminata lenta (e io sto dietro tipo mr. Bean sulle scale, ricordate?), "scusa...non  trovo il ......", carrelli abbandonati qua e là, rendono il luogo un vero e proprio girone dantesco!! All'ingresso dovrebbero mettere un cartello "LASCIATE OGNI SPERANZA O VOI CH'ENTRATE....".
Comunque dopo un inverno di duro allenamento settimanale ci avevo quasi fatto l'abitudine fino a che.......è finita la scuola.
Da metà giugno il martedì è diventato il giorno della spesa 7-70, ovvero: cercare di sopravvivere in un supermercato con un tipo di 7 anni e una tizia di 70, magari prendendo anche tutte le cose della lista!!! Dovrei creare un format e venderlo alla Endemol per un nuovo reality show .....altro che isola deserta!!!

La sfida inizia ancora prima di partire.......

*Prima prova sopravvivenza.*
Diego non vuole venire, insulta me e la nonna, chiede perchè dobbiamo sempre fare la spesa (perchè mangiamo tutti i giorni, svariate volte??!!), non vuole vestirsi e ecc....
Quando capisce che non c'è scampo e ancora non lo possiamo abbandonare da solo a casa allora passa all'attacco. "E io cosa ci guadagno? Mi prendi un regalino? Sennò non vengo!!".
Per la cronaca: dicesi "regalino" una bustina comprata in edicola contenente una mega minchiata di qualsiasi tipo, collezionabile (minimo 108 pezzi!!), dal prezzo di acquisto che oscilla tra 2,50 e 3,50 euro.
Ho provato tutte le tecniche esistenti: accontentarlo, dirgli no!, ignorarlo, minacciarlo......ma non funziona niente....qualsiasi cosa faccio....sbaglio!!!

*Seconda prova.*
Ok...siamo pronti.....possiamo andare....."
Hai preso la lista?.... Le borse?..... I soldi?...."
 ...
"Va bè ci penso io!!"
In una mano tengo le borse e la lista, con l'altra prendo Diego per farlo attraversare, con l'altra dò il braccetto a mamma per aiutarla.........aspetta.......ma quante braccia c'ho?????

*Terza prova.*
Entriamo nel supermercato. Scorro la lista per evitare di fare duemila giri e ........già li ho persi!! Diego è avanti che deve andare a vedere chissà cosa.......
Mia madre la trovo invece davanti uno scaffale, fissa come se avesse avuto un'apparizione della Madonna tra i succhi di frutta!!
Non so se chiamare il Vaticano per annunciare il miracolo, andare a vedere cosa cerca o fuggire e lasciarli tutti lì!! Naturalmente (?) corro in suo aiuto (statistica:il 99,9% delle volte quello che cerca è esattamente davanti i suoi occhi) mentre Diego mi chiama che mi deve far vedere qualcosa dall'altra parte del negozio..... Già sbuffo ma è solo l'inizio.....
Ho scoperto che mia mamma fa la lista solo per farmi contenta perchè in realtà arrivati a metà spesa provo a cancellare quello che ha preso ma.......mi accorgo che quasi tutto quello che c'è nel carrello non esiste sulla lista!!!
Pat respira, respira profondamente.....
A fatica (o quanta fatica!) abbiamo preso tutto (quello scritto e non!) e ci avviamo alla cassa......

Prova finale.
Alla cassa: organizziamoci....uno svuota il carrello......un altro sistema la spesa nelle borse......
No....troppo facile!!
Ci ammucchiamo tutti e tre nello stesso metro quadro, ci spingiamo, ci insultiamo, facciamo lo spettacolino privato per la cassiera che nonostante tutte le carogne che si porta in giro non può far a meno di ridere!! Almeno qualcuno si diverte....
Torniamo a casa passando per l'edicola (non c'ho voglia di litigare), scarico tutte le buste e.......sono sfinita!! Neanche avessi scalato l'Everest!!

"Ciao amore! Cosa hai fatto stamattina?"
"Sono andata a fare la spesa e ...."
"Ah, quindi non hai fatto niente...."
O_o
(Grrrrrrrrrrrrrrrr!!) "Infatti....."

domenica 15 luglio 2012

17 anni dopo......

Immaginate la scena di un film:
piazzetta di un paesino sul mare........
lei 16 anni........
lui 27 (niente battute sulla differenza please!)......
si piacciono ......
si scelgono e decidono di "mettersi insieme".

'17 anni dopo......'
lui e lei sono sempre lì (anche se con un po' più di acciacchi), non per festeggiare il loro amore che non è mai stato intaccato dalle mille vicissitudini che hanno dovuto superare ma.......
per un incontro di pugilato. o_O

Erano tanti anni che non tornavo in quella piazzetta di luglio....... troppa gente, troppi "ragazzini", troppa confusione.
Ieri invece ero lì con i miei due uomini e sorridevo.......sorridevo di come è strana la vita.
17 anni fa nessuno avrebbe scommesso su di noi (tranne noi, naturalmente!!) e non ci saremmo mai immaginati di ritrovarci in quello stesso posto in quei stessi giorni dell'anno per vedere un incontro di pugilato organizzato dalla palestra di mio figlio.
E' stata una bella serata, sarà che c'era una piacevole brezza o semplicemente eravamo in un posto per noi magico con il risultato del nostro amore in carne ed ossa........

Per la cronaca: il pugile del "nostro" boxing club ha vinto la coppa!!

venerdì 13 luglio 2012

Scarpe e tecnologia.

Mi sono accorta di una cosa sconcertante:
Diego ha 7 anni,
usa il computer da quando ne aveva 3,
naviga in internet da quando ne aveva 4,
legge e scrive bene da quando ne aveva 5,
ha un suo blog da sei mesi e..........
non si sa allacciare le scarpe!!!
I bambini di oggi vanno a braccetto con la tecnologia ma di fronte ad un paio di scarpe con i lacci cadono nel panico!!!
Non ricordo di aver passato ore ed ore ad insegnargli ad usare il pc o internet.....è stato tutto immediato e non sapeva ancora leggere.
Invece è da stamattina che provo ad insegnargli ad allacciarsi le scarpe.
Risultato: stasera sono esausta e mi intreccio pure io, lui ha lanciato le scarpe e non ne vuole più sapere di "gabbiette".
Se hanno inventato le scarpe con il velcro ci sarà pure un motivo!!
Spero solo non decida di indossare delle comode ballerine........ :-)

giovedì 12 luglio 2012

Ridi sempre.......

Non so perchè, ma quando non gira tutto come dovrebbe (o come vorrei!) mi va di cazzeggiare, di dire e fare delle enormi idiozie senza senso.
In poche parole.......... mi va di ridere.
Credo che sia una reazione anomala del mio cervello alla disperazione.
Come se andasse in tilt a contatto con qualcosa che a lui non piace.
Una strana forma di allergia.
Che c'ho qualcosa che non funziona bene l'ho sempre saputo ma vorrei capire perchè.
Perchè nei momenti peggiori mi vengono fuori le battute migliori?
Perchè quando sono felice vedo film strappalacrime in cui come minimo muore il figo protagonista e la sua bellissima compagna che si erano appena promessi amore eterno?
Perchè quando sono triste ho voglia di vedere Spongebob tutto il giorno?
Perchè quando tutto sembra andare a rotoli vedo e apprezzo la bellezza nelle piccole cose?
Non dovrebbe essere il contrario?
Tempo fa ho letto una frase detta da Roberto Benigni, che condivido pienamente:
Ridi sempre, ridi, fatti credere pazzo, ma mai triste. 
Ridi anche se ti sta crollando il mondo addosso, continua a sorridere.
Ci son persone che vivono per il tuo sorriso e 
altre che rosicheranno quando capiranno di non essere riuscite a spegnerlo.
Meraviglioso.......


P.S.: non c'entra niente con il post ma l'ho promesso a mio figlio.
E ogni promessa fatta a lui è sacra.
Il suo blog è diegonoid.blogspot.it.

mercoledì 4 luglio 2012

Hobby & pigrizia

Mi devo trovare un hobby. Uno serio.
Non ce l'ho mai avuto......veramente non ne ho mai sentito il bisogno.
A onor del vero neanche adesso ne sento il bisogno ma c'è qualcuno che mi ha fatto notare una cosa poco simpatica.....
"A te piace solo dormire"
"La mia mamma vuole solo dormire"
"Mamma è proprio una pigrona"
..........
Ok......mi piace dormire, riposare, sonnecchiare, rilassarmi e ......sì, sono una pigrona plurimedagliata.
Sono sempre stata così, non è colpa dell'età o del caldo. E' genetica.
C'è quella che non riesce a vivere se non fa un miliardo di cose all'ora e quella (io!) che senza far niente ci sta proprio bene, anzi ci sguazza!!
Ma mi dispiace che Diego pensa questo di me......
E poi non è vero che non ho passioni.
Mi piace cucinare, fare dolci, pasticciare.....che ci posso fare se nella mia famiglia uno è a dieta e l'altro è superscoglionato con il cibo? Certo che il  loro atteggiamento sicuramente non alimenta la mia passione per la cucina; impasto, preparo, cucino, lavo piatti e pentole per poi vedere le loro smorfie che non apprezzano il mio lavoro.
Ma alla domanda "Cosa ti piace fare?" purtroppo non so rispondere (altrimenti la risposta sarebbe "Niente!" che darebbe ragione a mio figlio...).
Potrei dipingere, non sono brava ma mi rilassa farlo. Ma se penso ai pennelli da lavare, al materiale da comprare........niente pittura.
Potrei fare la maglia, fa un po' Centro Anziani ma dicono che i gesti ripetitivi aiutino a rilassarsi ed è quello di cui ho bisogno; in realtà lo scorso inverno avevo iniziato...ho anche fatto una bella sciarpa fucsia che mi aveva reso molto orgogliosa di me ma.......mi annoia. Non sono costante, non ci riesco.
Attività che comportino il movimento fisico (palestra, corsa, passeggiate, arrampicate ecc...) non sono neanche prese in considerazione (riecco la pigrizia!).
Posso creare gioielli!! Ma chi? Io? Che odio indossarli, odio maneggiare cose piccolissime, sono delicata come un elefante vecchio e ho la pazienza di un generale delle SS? No niente.
Non so cucire, non so disegnare (tranne con l'autocad ma quello non vale come hobby), odio i gioielli, odio i soprammobili e tutti gli oggettini inutili, non so suonare nessuno strumento, non posso cucinare duemila muffins senza avere qualcuno che li mangia, odio il decoupage, non ho particolare destrezza con le mani........in poche parole sono un caso disperato!!
Oggi faccio tutto il giro del web alla ricerca dell'hobby perduto.........chissà se riuscirò a trovare qualcosa anche per me?
Vi tengo aggiornati.

P.S.: rileggendo il post prima di pubblicarlo (non so scrivere veloce e qualche parola sembra un codice fiscale!) mi sono accorta che in relatà sembra il post del "non so fare...".

P.P.S.: ri-rileggendo vedo che anche nel PS ho scritto una cosa che non so fare..... ;-)