martedì 25 marzo 2014

Razzismo

Ho scoperto di essere tanto razzista.
Il mio è un razzismo "particolare", ma è pur sempre razzismo.
Non discrimino le persone per il colore della pelle, l'etnia, la religione o i gusti sessuali. Figuriamoci! Sono la prima a sentirmi "libera" di fare ciò che voglio senza intralciare la libertà altrui.
Ma ho sviluppato una profonda avversione agli stupidi.
Prima li riconoscevo al volo e li sopportavo.
Ora sono completamente e profondamente razzista nei confronti degli stupidi.
Non riesco nemmeno a sentirli parlare.
Non voglio averli vicino a me.
Non ho voglia di perdere nemmeno un minuto della mia vita con loro.
E non parlo di ritardi mentali, per carità.
Parlo solo ed esclusivamente della pura stupidità.Di quelli che aprono (troppo spesso) la bocca solo per dare aria, per dire cose idiote.
Che poi, non so perché, lo stupido si crede intelligente o simpatico. O entrambe le cose.
O il mio livello di tolleranza si è abbassato bruscamente o la stupidità comincia ad essere una malattia troppo diffusa.
Penso che se fossero animali sarebbero già estinti da un pezzo. Gli animali si accoppiano (e quindi procreano) solo con i migliori esemplari.
Noi umani, invece, siamo l'esatto opposto.
Gli stupidi procreano con una facilità disarmante.
La mia autostima mi convince che non sono stupida.
O, almeno, mi fa tenere la bocca chiusa per non fare o dire cose stupide.
Cerco di non parlare mai a sproposito, pondero le parole da dire per non offendere nessuno.
Compio azioni pensando sempre alle conseguenze e me ne assumo la responsabilità, nel bene e nel male.
Ma troppo spesso mi accorgo di perdere giornate intere appresso a stupidi, quando invece potrei utilizzare quel tempo per fare qualcosa di utile. Per me, per la mia famiglia, per gli altri, per il mondo intero.
Il fatto è che per quanto possa decidere di non dar importanza a certa gente, mi ritrovo a parlare, discutere e ad incazzarmi per qualcosa che hanno fatto o detto.
Quando mi accorgo che sto perdendo tempo, è troppo tardi. Mi hanno già fottuto un po' della mia esistenza.
E' difficile, ma ci devo riuscire.
Voglio escludere dalla mia vita gli stupidi.
O almeno...dare una bella sfoltita.

8 commenti:

  1. Sarà un duro e lungo lavoro, amica mia... Io invece ho iniziato la campagna "al diavolo gli approfittatori". Sono circondata...peggio che The walking dead. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma gli approfittatori, visto che si fanno riconoscere come tali, non fanno parte anche loro del gruppo "stupidi"?? ;-)
      Un bacione Ros

      Elimina
  2. Come ti capisco... ma quando ce l'hai per parente acquisito (meglio non specificare...) e ti tocca pure subirlo, che fai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli sarebbero i primi da eliminare...;-)

      Elimina
  3. Un applauso! E oggi la penso esattamente come te, dopo aver sentito alcune affermazioni di sedicenti persone "fighe". Viva Pat!

    RispondiElimina
  4. Non so se sono aumentati loro o hai finito la pazienza tu, sta di fatto che dedicare del tempo nella giornata (già piena e incasinata di suo, non e' proprio il caso! Io sarò cattiva ma da chi non mi piace, mi tengo lontana.

    RispondiElimina
  5. Gli stupidi non valgono il mio tempo.
    E non è che tu sia razzista, sono loro ad essere scemi!
    Raffael l a

    RispondiElimina